Tecnologie: Impianti tecnologici



Il nuovo millennio porta la consapevolezza di realizzare un nuovo impianto per il recupero di rifiuti non solo inerti bensì provenienti da terreni inquinati e scarti industriali, per la trasformazione ed il riutilizzo nel settore edilizio.
Nel 2005 si concretizza l'idea realizzando un Centro Tecnologico che si estende su una superficie di 80.000 mq pavimentati di cui 18.000 mq coperti, che, attraverso un ciclo produttivo composto da tecnologie interagenti di ultima generazione, permette nuove lavorazioni sui rifiuti nonchè la produzione di manufatti in conglomerato cementizio realizzati con percentuali di rifiuti.

La struttura nasce già in fase di progettazione e costruzione come un impianto di recupero di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi con l'obiettivo di raggiungere le migliori soluzioni ambientali garantendo la massima sicurezza e ottimizzando tutte le lavorazioni di trattamento allo scopo di ottenere materie prime seconde, inerti, riciclato per sottofondi stradali, manufatti in cemento, conglomerati cementizi e bituminosi da utilizzare come pareti di contenimento e/o box separatori.

Nell'ultimo biennio l'impianto ottiene l'autorizzazione integrata ambientale (AIA), ampliando la propria attività nello smaltimento di rifiuti speciali e pericolosi e non destinati ad altri siti.

Tutti i cicli di produzione avvengono all'interno dell'area coperta ed ogni sistema può essere complementare all'altro grazie all'acquisizione di tecnologie di ultima generazione che integrate all'interno del processo di recupero ottimizzano il ciclo avvalendosi di impianti come:

  • Impianto di Soil-Washing
  • Impianto di Desorbimento
  • Impianto di disidratazione e filtrazione dei fanghi
  • Impianto con piattaforma di selezione e cernita di rifiuti assimilabili
  • Impianti di Frantumazione e Vagliatura
  • Produzione di aggregati legati
  • Elementi modulari di pareti di contenimento in calcestruzzo armato
  • Impianti di Conglomerati cementizi
  • Impianti di Conglomerati bituminosi a freddo




Relazione Non Tecnica Periodica e Sintetica - Anno 2016
AREA ESTERNA
AREA INTERNA
LAVORAZIONI